Barbie The Icon

Cara Barbie,
da quanto tempo che non ci vediamo!? Non ti preoccupare non ti ho dimenticata. Sei sempre nella mia mente, anche se te ne devo dare atto, è passato davvero molto tempo dall’ultima volta che ti ho considerata. Te scommetto che sei rimasta sempre uguale, in splendida forma. Oggi ho deciso di venirti a trovare, te e tutte le tue amiche. All’inizio c’era la tua zia più vecchia, Barbara Milicent Roberts che nel 1959 ha debuttato alla fiera del giocattolo di New York. Certo che la sua immagine sofisticata e sexy mi ricordava molto le attrici del tempo: Marilyn Monroe, Elizabeth Tylor,Sandra Dee. Aveva una vita ancora più sottile della tua, le tue stesse gambe slanciate, il seno florido e il volto da pin-up. Devo dire però che te sei più carina… Più avanti c’erano tante altre tue cugine e coetanee, è stato bellissimo vedervi tutte li insieme!
Mentre ero lì pensavo a quanto sei fortunata ad essere una delle principali fonti di ispirazione per i più grandi stilisti: Ferrè, Versace, Dior, Gucci, Calvin Klein, Vivienne Westwood, Prada, Givenchy, Armani, The Blonds e Louboutin. Spero te ricorda quando nel 1985 Billy Boy* ha creato per te una serie di abitini fantastici, degni della haute couture Parigina, dallo stile raffinato e chich (Barbie Feelin’Groovy); per non parlare della collezione di 4 abiti by Oscar de la Renta. Un sogno! Magari li avesse fatti per me!! Io al tuo contrario non sarei stata così calma…
Non solo moda anche arte! Negli anni ’80 Andy Warhol ha realizzato il tuo ritratto per Billy Boy*; con questo gesto ti ha praticamente trasformato in icona della cultura pop!!
Aaah Barbie Barbie Barbie, perchè sei tu Barbie?! Compagna di vita, amica del cuore. Insieme abbiamo riso, pianto, gioito, ci siamo amate ed odiate. Ti ho fatto innamorare, litigare e ri-innamorare di nuovo. Amica di sventura, ti sono stata vicina nel momento in cui hai perso un braccio e poi la testa.  Ancora invidio il tuo guardaroba sterminato, la tua casa da favola ed i tuoi tanti amici simpatici e perfetti.  Mi sono presa cura del tuo look, del tuo aspetto, all’occorrenza ti ho tagliato i capelli, ti ho fatto avere dei figli ed un marito bellissimo. Come posso non amarti?! In tuo onore ho creato una minigonna rosa schoking, con la parte superiore in plexiglas, che rende la gonna a vita alta. Inoltre il tutto è racchiuso da una cinta all’altezza dal bacino, con una piccola chicca: una fibia fuxia!
Vabbè, ora ti saluto. Forse mi stò dilungando troppo. Spero di rivederti presto per rivivere e rimurginare sui vecchi ricordi.
A pesto, CL.

 

My Life in a Plastic beach… 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *