Acetato

L’acetato √® una fibra sintetica che si ottiene ottenuta sciogliendo la cellulosa di legno in un solvente chiamato acetone; un tempo era ottenuta dai cascami dei semi di cotone. La soluzione esce dallo spinneret come filo continuo, facile da utilizzare in mischia con altre fibre, naturali e non, e da tingere. Viene utilizzato specialmente per capi di¬†lingerie, nei costumi da bagno, impermeabili e
giubbotti, fodere e capi sportivi. Grazie al suo aspetto lucido e liscio, all’inizio del 900 viene soprannominato “seta artificiale”. Anche al tatto non √® plasticoso come le altre fibre sintetiche, ma piuttosto morbido e cascante; questo grazie alla particolare forma della sezione dei suoi filamenti, detti anche bave, che essendo molto frastagliati garantiscono maggiore lucentezza.¬† L’acetato¬†√® anche utilizzato per la fabbricazione degli occhiali da vista e da sole, maschere protettive o schermature per lampade e proiettori.¬†

Le caratteristiche dei tessuti in Acetato

  • Morbido e leggero, di aspetto e mano simile alla seta, ma molto meno leggero e pi√Ļ resistente
  • Si pu√≤ lavare tranquillamente perch√® non si ritira e non si stropiccia
  • Non assorbe l'umidit√†
  • Lucentezza e facilit√† di tintura
  • Discrete doti di traspirabilit√†, igroscopicit√† e antistatica (ma non quanto una fibra naturale)
  • Col calore tende a decomporsi liberando un acido maleodorante
  • Quando si stira bisogna fare molta attenzione alla temperatura, perch√® si potrebbe sciogliere e rovinare
  • Quando si stira bisogna fare molta attenzione alla temperatura, perch√® si potrebbe sciogliere e rovinare
  • Bassa resistenza a trazione
  • Si carica elettrostaticamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *